giovedì 16 novembre 2017

{Recensione} "I Manoscritti di Enoch. La stella a sette punte" di Giulio Fortini

Buongiorno carissimi Folletti, le cose da gestire sono tante e il tempo sempre troppo poco.. purtroppo, almeno per il momento, non riesco ad essere attiva quanto vorrei e ne consegue che rubriche, recensioni, post (e molto ancora) subiscano salti e ritardi. Scusatemi ancora!
Detto questo, eccomi finalmente con la recensione promessa al romanzo d'esordio di Giulio Fortini, I Manoscritti di Enoch. La stella a sette punte, che mi ha gentilmente inviato una copia per la lettura.

Titolo: I Manoscritti di Enoch. La stella a sette punte
Autore: Giulio Fortini
Casa Editrice: Youcanprint
Genere: fantasy, narrativa
Data di Pubblicazione: 17 maggio 2017
Pagine: 528 pp.
Prezzo di copertina: 22,00€ 
Acquistalo su Amazon

Su Alorit, un'isola nascosta al resto del mondo e popolata da creature protagoniste di leggende, favole e folklore, la presenza di demoni è in rapido aumento. Dietro agli attacchi si cela un gruppo di evocatori: gli Adepti. È per questo che Ish, un giovane Nephilim solitario, si reca a Emenrose, una delle città più grandi e importanti di Alorit. Lui e Charis, la voce che sente dentro la sua testa fin da quando era bambino, vogliono indagare sul motivo di tutti questi attacchi. Le loro ricerche li porteranno a stretto contatto con le autorità, a cui dovranno tenere nascosta la natura angelica del ragazzo, e Ish dovrà imparare in fretta cosa significa convivere con altre persone e, soprattutto, quanto può essere pericoloso per uno come lui instaurare dei legami.


I Manoscritti di Enoch. La stella a sette punte è l'esordio alla scrittura di un autore italiano che, per come la vedo, ha buone possibilità di farsi strada in quello che è il mondo editoriale. Già da queste prime parole avrete capito quanto il romanzo mi abbia colpito e ora vi voglio spiegare il perché.

Il regno nascosto di Alorit, isola che condivide alcune somiglianze con la mitica Atlantide, è la scena delle vicende che coinvolgono il diciassettenne Ish, un giovane Nephilim che indaga sull'aumento esponenziale degli attacchi demoniaci sull'isola. Allevato dall'angelo Enjolef, il ragazzo è un talentuoso cacciatori di demoni che prosegue nella sua "missione" anche una volta rimasto orfano. In compagnia di Charis, la voce che sente nella sua testa fin da bambino, dovrà scendere a compromessi con la propria indole solitaria e collaborare con i Custodi e Anya. Unica regola: mantenere segreta la sua natura angelica.

Un fantasy con tratti urban che ricorda molto la serie di Cassandra Clare e che strizza l'occhio ai fratelli Winchester di Supernatural. Generalmente, quando leggo di riferimenti a serie letterarie e/o televisive, non riesco a trovare la lettura piacevole - infatti ho la tendenza a cercare ogni più piccola somiglianza - ma non è il caso di questo volume. La trama è ben strutturata, originale nel suo svilupparsi, e le riminiscenze - a lavori più conosciuti - non sono che un punto a favore capace di attirare gli amanti del genere.

Nell'eterna lotta tra bene e male ritroviamo dei personaggi che, solidi nella loro caratterizzazione, riescono ad attrarre l'attenzione del lettore: primo su tutti il connubio Ish-Charis. Un rapporto, il loro, che non ha mancato di farmi sorridere più volte con scambi di battute ironiche e mai forzate. Un altro personaggio capace di catturarmi è stato quello dell'elfa Anya, cresciuta tra gli uomini, che non sa bene a quale "mondo" appartiene ed è una caratteristica che viene sentita anche da chi legge. Vampiri, elfi, nani, licantropi, ecc.. non manca davvero nessuna creatura del folklore e l'ho adorato!

Le descrizioni sono davvero ben curate, esaustive al punto da far scoprire a coloro che ne sfogliano le pagine come sia Emenrose e lo stesso territorio di Alorit. Lo stile narrativo è fluido e, nonostante il largo uso di scene descrittive, per nulla noioso; ci sono alcuni errori di battitura ma nulla che possa dare fastidio durante la lettura. Cosa dire, giungendo alla conclusione del mio commento, un malloppo di oltre 500 pagine che sono sicura apprezzerete anche voi! Spero di aver modo di leggere anche il seguito e di veder brillare la stella di Giulio Fortini.

Consigliato: si
Tempo di lettura: 4/5 giorni
Canzone consigliata: "Carry On Wayward Son" dei Kansas.

martedì 7 novembre 2017

{Recensione} "Ricette per chiarire" di Amy Lane

Buongiorno Folletti, riprendono le recensioni del blog - si, parlo di quelle arretrate e sono davvero moltissime #celapossofare #selfcontrol - Il curioso ricettario di Nonna B: Ricette per chiarire di Amy Lane.


Titolo: Ricette per chiarire
Autore: Amy Lane
Serie: Il curioso ricettario di Nonna B #2
Casa Editrice: Dreamspinner Press
Data di Pubblicazione: 01 agosto 2017
Pagine: 95 pagine
Prezzo di copertina: 3,49€ 2,63€ (ebook)

Acquistalo su Amazon

Una domenica mattina, Emmett Gant esce di casa deciso a confessare al padre una cosa importante, ma scopre che l’uomo è venuto a mancare. Ora, a quasi tre anni di distanza, il giovane non riesce a capire con chi stare: la ragazza dalle guanciotte da criceto e la famiglia numerosa, o Keegan, il vicino di casa che, pur non avendo una famiglia, lo rende felice con la sua sola presenza?
Ci vuole qualcosa per schiarirsi le idee.
Per fortuna, la mamma del suo migliore amico possiede un libro di ricette capaci di snebbiare le menti più confuse, e Emmett ne viene subito conquistato. Quando il libro lo segue fino a casa, lui e il vicino decidono di preparare un piatto “per chiarire”, e quello che segue è davvero chiarissimo – e forse anche un po’ sorprendente, soprattutto per la sua ragazza. Emmett dovrà quindi riflettere sul passato e sulla cosa importante che voleva confessare al padre, se non vuole rischiare di rovinare la ricetta per l’amore perfetto.



Ricette per chiarire è una novella, e di fatto il secondo capitolo, appartenente alla serie Il curioso ricettario di Nonna B. Gustose ricette culinarie sono, com'è facile immaginare, il punto comune delle varie opere della serie senza, tuttavia, renderle dipendenti tra loro: ogni storia, infatti, è autoconclusiva.


Il nostro background, il nostro vissuto positivo e negativo, è quello che ci rende ciò che siamo: è così che una delusione d'amore ha portato Emmett a chiudersi e a negare ciò che è, cercando di uniformarsi alla società. Sarà l'improvvisa morte del padre, e il conseguente rimpianto, a permettergli di far chiarezza nella sua vita.

I protagonisti sono Emmett e Keegan, vicini di casa divenuti presto grandi amici e che, come accade in moltissime storie - nella letteratura o nel cinema -, si osservano da lontano aspettando l'uno un segno da parte dell'altro. Si cercano, girandosi attorno, attendendo il momento giusto e, così facendo, incrementando un'attrazione palpitante che dovrà trovar sfogo.

Non posso soffermarmi troppo sulla trama, il rischio spoiler è davvero molto alto, senza rovinarvi la lettura ma posso dire che è una novella che si legge tutta d'un fiato. Amy Lane si dimostra capace di emozionare anche in poche pagine, alternando attimi di leggerezza ad altri più emotiviLe scene d'amore, ricche di passione e per nulla volgari o banali, non mancano e l'hype che si viene a creare durante la lettura viene soddisfatto appieno!

Giungendo alla conclusione di questa mia breve recensione, Ricette per chiarire è un'opera che saprà conquistare allo stesso modo sia le/gli amanti del genere gay romance sia quei lettori che vi si approcciano per la prima volta.

Consigliato: si
Tempo di lettura: 3 ore
Canzone consigliata: "Close to me" dei The Cure

giovedì 2 novembre 2017

{Anteprima} "Il ragazzo con la valigia" di Chris Ethan

Buongiorno carissimi Folletti! Allora, la notte delle streghe è passata - purtroppo non sono riuscita a preparare nessun post speciale per l'occasione - e già ho la mente proiettata verso le festività natalizie e, di conseguenze, i vari pensierini da fare. Giusto a questo proposito vi voglio segnalare l'uscita del primo capitolo della serie m/m Once upon a guy di Chris Ethan, Il ragazzo con la valigia. Vediamo subito di scoprire qualcosa in più dell'opera in uscita il 9 novembre ^_^


Titolo: Il ragazzo con la valigia

Titolo originale: The Guy with the Suitcase
Serie: Once upon a guy #1
Autore: Chris Ethan
Traduttore: Phoenix Skyler
Editing: Miriam Mastrovito
Editore: Dream Trek Imprint
Genere: romance, m/m, contemporaneo
Pagine: 110 pp.
Data di pubblicazione: 09 novembre 2017
Prezzo di copertina: 4,99€ ebook

Preordinalo su Amazon

Pierce è un senzatetto.

Giovane e tenace, vive per le strade di New York City da sei mesi, da quando i suoi genitori l’hanno cacciato dalla loro perfetta casa cristiana di periferia. È gay. E sta pagando le conseguenze derivanti dall'essere fedele a se stesso. 

Rafe è un senzatetto.

Ed è anche malato. Impressionabile ma tutt'altro che innocente, è scappato di casa da quasi un anno. La sua malattia lo sta lentamente uccidendo. Ma lui non è un caso senza speranza. Ha imparato a cavarsela. Notti di passione a pagamento gli garantiscono caldi ripari dall'imminente inverno newyorkese.

E poi c’è una valigia. La valigia di Pierce, che nasconde segreti a tutti, persino al suo proprietario.
Quando i mondi dei due ragazzi si scontrano, le loro vite si intrecciano e, mentre le circostanze sembrano metterli in ginocchio, il destino ha altri piani per loro.

Attenzione: contiene linguaggio maturo, le strade di New York City, scelte di vita difficili, tensione sessuale, bruti ostinati e una storia d’amore da favola.

lunedì 30 ottobre 2017

{Anteprima} "Buon Natale 2.0" di Silvia Devitofrancesco

Buon pomeriggio e felice inizio di settimana a tutti voi. Oggi vi voglio segnalare, in anteprima, l'uscita di Buon Natale 2.0 di Silvia Devitofrancesco, un'opera che ben si sposa col clima prefestivo verso cui ci stiamo avviando (se ve lo state chiedendo.. sì, ho già iniziato a preparare i regali di Natale).


Titolo: Buon Natale 2.0
Autore: Silvia Devitofrancesco
Editore: self publishing
Genere: narrativa contemporanea
Pagine: 112 pp.
Data di pubblicazione: 08 novembre 2017
Prezzo di copertina: 1,49€ ebook

Preordinalo su Amazon


“Il Natale non è solo un periodo dell’anno ma un modo di essere.” 

Natale, tempo di addobbi, cenoni, regali e… immancabili smartphone, social network e trilli a destra e sinistra. In questa tempesta tecnologica che sembra avvicinare persone lontane e allontanare chi è vicino, viene spontaneo chiedersi dove sia finito il fascino della tradizione, del calore familiare, degli abbracci, degli sguardi. Con uno stile leggero e ironico l’autrice pone a confronto il Natale di ieri e di oggi, quello della tradizione con le immancabili tombolate tutti assieme e quello moderno con le tante immagini postate, messaggi inviati in stile “copia e incolla” e video in diretta. Una simpatica sfida per unire generazioni, aprire confronti senza mai perdere il sorriso. E tu, lettore, sei legato al Natale tradizionale o ami quello 2.0?

Dopo la commedia romantica "Un secondo, primo Natale", l'autrice torna a regalare ai suoi lettori lo scintillio della festa più magica dell'anno.


Silvia Devitofrancesco, classe 1990, è nata a Bari, dove vive tuttora. Ha conseguito la Maturità Classica e successivamente la Laurea triennale in Lettere (Curriculum “Editoria e giornalismo”).
Dopo aver pubblicato racconti in antologie, approda al romanzo con “Lo specchio del tempo” (pubblicato per la prima volta nel 2014 dalla Casa Editrice Libro Aperto International Publishing e ripubblicato nel 2016 in versione Self Publishing) col quale si classifica prima al contest “Autore possibile 2016” nell’ambito della quindicesima edizione del Festival del Libro Possibile di Polignano a Mare.
Nel 2016 pubblica “Ultimo accesso alle…”; firma assieme ad Arianna Berna, Monica Coppola e Loriana Lucciarini il volume solidale “4 petali rossi – frammenti di storie spezzate” (Arpeggio Libero Editore) e pubblica la commedia romantica natalizia “Un secondo, primo Natale”.
Nel 2017 omaggia le donne con la raccolta di racconti “Essenzialmente donna” e pubblica il romanzo “Dietro le apparenze”.

martedì 24 ottobre 2017

{Segnalazione} "Era mia madre" di Emiliana Erriquez

Buonasera carissimi lettori, iniziamo la settimana - chiedo venia per l'orario, ma non mi è stato possibile organizzarmi diversamente - con una segnalazione: si tratta di Era mia madre, nuovo lavoro dell'autrice Emiliana Erriquez.


Titolo: Era mia madre
Autore: Emiliana Erriquez
Editore: self publishing
Genere: narrativa contemporanea
Pagine: 143 pp.
Data di pubblicazione: 12 ottobre 2017
Prezzo di copertina: 7,80€ (2,99€ ebook)

Acquistalo su Amazon (cartaceo - ebook)

‘Era mia madre’ racconta la storia di Elena, una ragazzina che affronta l’asprezza e la difficoltà dell’immediato dopoguerra in una città del sud. Confinata nel proprio quartiere, nella propria casa, Elena scoprirà come sia difficile diventare adulta rinunciando spesso ai propri sogni, soffocando desideri e impulsi. La ragazzina instaura un legame speciale con suo fratello Pino, più grande di lei solo di pochi anni. I due vivono quasi in simbiosi, si cercano, si difendono, si divertono insieme fino a quando il destino deciderà per loro.
Un giorno nella sua vita arriverà Pino, un giovane uomo che porta casualmente lo stesso nome del suo amato fratello e che sarà in grado di regalarle amore incondizionato e indipendenza.
Elena, a costo di enormi sacrifici, riuscirà infine a riscattarsi e lo farà attraverso le persone più importanti della sua vita.



Emiliana Erriquez ha una laurea in Lingue e Letterature Straniere conseguita nel 2002 e un Master in Traduzione inglese-italiano. Con un passato da giornalista, ora si occupa a tempo pieno di traduzione dall'inglese all'italiano di libri di autori internazionali dopo aver vissuto per un breve periodo negli Stati Uniti. È autrice del saggio ‘Oriana Fallaci: una vita vissuta in pienezza’ vincitore del premio Giuseppe Sciacca 2006, sezione saggistica.
Gestisce un blog, mammainlove.wordpress.com, in cui racconta la vita di una mamma che scrive e traduce.

Membro di EWWA (European Writing Women Association), del WLC (World Literary Cafè) e di IAN (Indipendent Author Network).

Le sue pubblicazioni sono:
- Lasciami stare 
- Sono solo una bambina 
- Il mare è sempre lì che ti guarda 
- Non lasciami cadere 
- Tutti i colori del mio cuore 
- Ti aspettavo da una vita 
- Io sono Nina 
- Era mia madre

Dove seguirla:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...