domenica 10 marzo 2019

Road to.. Westeros #2 - Le Casate: parliamo un po' di Stark, Targaryen e Lannister


Buona domenica e benvenuti al secondo appuntamento con Road to.. Westeros, lo speciale che vi terrà compagnia sino alla messa in onda dell'attesissima stagione finale di Game of Thrones! Come avrete di certo letto nel titolo, oggi vi voglio parlare delle Casate più importanti della serie. Pronti? Si parte!

- CASA STARK -
«L'inverno sta arrivando»

Casa Stark è una delle casate più importanti di Westeros; appartenenti al Nord del Continente Occidentale, gli Stark vivono a Grande Inverno e il loro dominio si estende dalla Barriera sino all'Incollatura.
La casata ha inizio con Brandon il Costruttore, colui che costruì la Barriera e la stessa Grande Inverno, e discende dai Primi Uomini continuando ad onorarne le tradizioni credendo negli Antichi Dei.
Quando Aegon I, affiancato dalle sorelle e dai tre draghi, conquistò il Continente Occidentale, gli Stark persero il titolo di Re dell'Inverno prendendo quello di Protettori del Nord. Il loro stemma raffigura un metalupo argenteo su sfondo bianco ed il loro motto, rappresentando più un avvertimento, è "L'inverno sta arrivando". Caratteristica peculiare dei membri del casato è la corporatura snella, il volto allungato, i capelli castano scuro e gli occhi grigi.

- CASA TARGARYEN -
«Fuoco e sangue»

Un'altra casata molto importante è quella dei Targaryen: di nobili origini, questa è l'ultima dinastia di Signori dei Draghi riuscita salvarsi dal Disastro di Valyria. Giunta a Westeros a seguito di quest'ultimo, ha regnato su Roccia del Drago e, dopo la conquista, sui Sette Regni per 300 anni sino a quando Rhaegar Targaryen non venne sconfitto nella Battaglia del Tridente da Robert Baratheon l'Usurpatore. Le caratteristiche peculiari dei suoi membri possono essere racchiuse nell'espressione Sangue di Drago: capelli argentei o dorati e occhi violetti; alcuni poi, come Daenerys, possiedono anche un'elevata resistenza al calore. Seguendo inoltre la pratica valyriana di contrarre matrimoni e rapporti incestuosi, sono frequentemente soggetti a malattie mentali.
L'emblema di Casa Targaryen rappresenta un drago rosso a tre teste su sfondo nero ed il suo motto è "Fuoco e sangue".

- CASA LANNISTER -
«Ascolta il mio ruggito!»

Eccoci ad un'altra delle nove grandi casate di Westeros, Casa Lannister protettrice dell'Ovest. La roccaforte, Castel Granito, domina Lannisport ed i suoi bacini auriferi rappresentando, di fatto, la famiglia più ricca del Continente Occidentale.
Le caratteristiche peculiari di altezza, bellezza e capelli dorati, derivano dalla loro discendenza con gli Andali, popolo che decretò la caduta di numerosi regni dei Primi Uomini ed introdusse il culto dei Sette Dei.
Il loro stemma rappresenta un leone dorato su campo cremisi ed il motto ufficiale è "Ascolta il mio ruggito!". Molto conosciuto tra il popolo è un altro motto, "Un Lannister paga sempre i suoi debiti".

Questa era una carrellata molto breve sulle tre famiglie più importanti che troveremo in questa stagione finale di Games of Thrones. Purtroppo il tempo a disposizione non è mai molto e quindi mi sono vista costretta a scrivere davvero un'infarinatura, saltando altre casate ed alfieri. Spero tuttavia che possa esservi piaciuto il post e vi aspetto al prossimo appuntamento!

- Morgana

martedì 5 marzo 2019

Top Ten Tuesday #67 - Personaggi con cui vorrei scambiarmi di posto

Rubrica ideata dal blog The Broke and the Bookish

Ideata dal blog The Broke and the Bookish nel 2010, la rubrica Top Ten Tuesday è passata sotto la guida del blog That Artsy Reader Girl e consiste nello stilare una classifica settimanale (in uscita ogni martedì, salvo imprevisti) su di un argomento specifico. L'argomento della top ten sarà quello utilizzato dal blog ideatore della rubrica di settimana in settimana.
Il tema di questa settimana è...
Top Ten dei Personaggi con cui vorrei scambiarmi di posto
Sono passati quasi due anni dall'ultima volta che ho postato una puntata di questa rubrica, da oggi spero davvero di riuscire a portarla avanti con più costanza. Quindi, eccomi qui a parlarvi dei personaggi con cui vorrei fare a cambio.. una scelta mica da poco, specie se per la testa si hanno mille e più storie. Non perdiamoci d'animo, proviamo a vedere che ne viene fuori!

domenica 3 marzo 2019

Road to.. Westeros #1 - Il mondo di Game of Thrones


Benvenuti Folletti al primo appuntamento dello speciale Road to.. Westeros! Siete pronti per questo viaggio? Allora, allacciate le cinture.. si parte!

Il mondo di Game of Thrones

Iniziamo questo speciale parlando dell'ambientazione di Game of Thrones, del tempo e dei luoghi in cui si svolgono le intricate trame di questo capolavoro della narrativa fantasy contemporanea.

Le vicende narrate nei romanzi e nella serie tv si svolgono in un mondo immaginario, giusto a cavallo tra Westeros (il Continente Occidentale) ed Essos (il Continente Orientale), in quella che ha tutti i connotati dell'epoca medievale che siamo soliti studiare tra i banchi di scuola. Ma, oltre alle immagini della serie televisiva, cosa ce lo fa capire nella narrazione? Semplice, ci sono diversi tratti che riportano a quest'epoca: le fattezze degli abiti, la società piramidale organizzata in caste, l'utilizzo di armi bianche, l'importanza della religione e, a dirla tutta, anche alcune similitudini con la storia anglosassone.. ma di queste ve ne parlerò in una delle prossime puntate dello special.

WESTEROS, il Continente Occidentale

La mappa di Westeros fatta disegnare da Cersei
Il Continente Occidentale si suddivide essenzialmente in due parti, separate da un lembo di terra denominata Incollatura, che prendono il nome di Nord e Sud.
All'estremo Nord troviamo la Barriera, un imponente e colossale muro di ghiaccio, mentre a sud, est ed ovest, Westeros è bagnato rispettivamente dal Mare dell'Estate, il Mare Stretto (oltre il quale troviamo Essos) e il Mare del Tramonto.

Nonostante anticamente fosse suddiviso in Sette Regni, riuniti e sottomessi ad un re, ha come capitale, e maggiore città, Approdo del Re. Quest'ultima possiede il più importante porto del continente ed è circondata da una cinta muraria che reca sette porte. All'interno delle mura troviamo anche tre colline su cui sorgono la Fortezza Rossa, il Tempio di Baelor, la Fossa dei Draghi ed altri edifici importanti. La maggior parte del popolo vive nella baraccopoli ai piedi di una delle colline e, questo luogo, prende il nome di Fondo delle Pulci.

L'Altopiano, dominato dai Tyrell di Alto Giardino e situato a sud-ovest, possiede terre fertili ed il suo centro urbano principale è Vecchia Città. Proseguendo troviamo, ad est, la Valle dominio di Casa Arryn. Questa regione, tuttavia, è caratterizzata da inverni rigidi e da ampie catene montuose che la rendono isolata rispetto alle altre zone del continente. All'estremo sud troviamo invece il Principato di Dorne, il meno popoloso dei Sette Regni e dominato dai Martell, è caratterizzato da terre aride e desertiche. Rispetto al resto del continente, i Dorniani si distinguono per livello culturale ed etnico grazie alla storica migrazione dei Rhoynar.

Andando avanti nel nostro viaggio, ci spostriamo a sud-est dove troviamo le Terre della Tempesta dominate da Casa Baratheon. Una regione caratterizzata dalle numerose tempeste che si abbattono sulle coste e dall'abilità guerriera dei suoi lord. Ad ovest troviamo i Lannister che dominano, per l'appunto, le ricche Terre dell'Ovest costituite a un territorio collinare ricco di miniere i metalli preziosi. Non mancano le Isole di Ferro, sette isole principali più altri isolotti e scogli lungo la costa occidentale di Westeros. Gli uomini di ferro sottostanno alla Casa Greyjoy e mantengono le vecchie tradizioni adorando il Dio Abissale. Siamo ormai giunti all'Incollatura e alle Terre dei Fiumi che, sotto la guida dei Tully, collegano Nord e Sud. Questo territorio, formato da pianure, colline e foreste, è ricco di corsi d'acqua e molto fertile.

Giungiamo a Nord, un unico regno governato dagli Stark di Grande Inverno. Una terra resa inospitale dal clima freddo e rigido e mai conquistata dagli Andali, cosa che ha reso possibile mantenere tradizioni e credenze dei Primi Uomini. Alla fine troviamo le Terre dell'Eterno Inverno, tutte quelle terre che si trovano oltre la Barriera e abitate dai Bruti, i giganti, gli Estranei, le pantere-ombra, i  meta-lupi e i Figli della Foresta.

ESSOS, il Continente Orientale

Una mappa del mondo di Game of Thrones
Il Continente Orientale è più ampio rispetto a Westeros e, come avrete di certo notato nella serie tv e nei romanzi, ha un ruolo secondario in quanto vi si svolgono solo le vicende di Daenerys.

Le Città Libere, sulla costa occidentale, sono nove città stato che rappresentano importanti centri di scambio culturale e commerciale tra i due continenti. Tra queste vi sono Pentos, Braavos (con qualche similitudine con la nostra Venezia), Lys, Myr e Volantis.

Troviamo poi una vasta zona caratterizzate da praterie sterminate che viene chiamata Mare Dothraki dove vive il popolo omonimo. La Baia degli Schiavisti è una regione in cui risiede il commercio degli schiavi e le sue città sono Astapor, Yunkai e Meereen. Procedendo verso sud troviamo la Penisola di Valyria che si affaccia sul Mare dell'Estate. Valyria fu un'antica città governata dai Signori dei Draghi e ridotta in rovina. Attraversiamo, procedendo verso sud-est, la Desolazione rossa, un enorme deserto dov'è possibile trovare antiche rovine e, oltre questa, la città di Qarth. Abbiamo infine la Terra delle Ombre, una penisola montuosa che ritroviamo nell'estremo sud-est del continente e la sua città leggendaria di Asshai, conosciuta per le pratiche magiche ed esoteriche (è da qui che proviene Melisandre).

E con questo, giungiamo al termine di questo primo appuntamento che spero abbiate apprezzato. Non mi resta che darvi appuntamento alla prossima settimana con un nuovo speciale!

- Morgana

sabato 2 marzo 2019

Road to.. Westeros #0 - Presentazione del progetto


Buon pomeriggio miei carissimi Folletti e benvenuti in quello che è il post introduttivo al mio piccolo progetto, ideato per tenervi compagnia nell'attesa della stagione finale di Game of Thrones.

Come ormai è assodato, la messa in onda del primo episodio dell'ottava stagione è prevista per domenica 14 aprile.. esattamente sei settimane da domani. Siete in fibrillazione anche voi come lo sono io? Penso proprio di sì. GoT è una di quelle serie che ti prendono fin da subito, così come i romanzi da cui è tratta, e non ti mollano: credetemi, in quasi due anni d'attesa (dalla stagione ovviamente, perché se parliamo degli ultimi romanzi.. lasciamo stare che è meglio. Vero George???), mi sono lanciata nel  (molteplice) re-watch di tutte le stagioni e nel proseguo della lettura dei vari libri.. teorizzando, analizzando e, perché no, shippando un po' nel mentre. Ok, ok lo ammetto: sto anche pensando alla migliore strategia da utilizzare nel FantaGoT di quest'anno.

Road to.. Westeros con Morgana è nato proprio grazie a questa lunga attesa; ma di cosa si tratta e di che cosa parleremo nei post? Semplice. Lo speciale si comporrà di sei appuntamenti, a scadenza settimanale (domenica per la precisione), che tratterranno alcune tematiche riguardanti Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco: ambientazione, personaggi, trama, e molto altro ancora. 

Sperando davvero che l'idea vi piaccia e che mi seguirete in questo viaggio tematico, non mi resta che darvi appuntamento a domani con la prima puntata!

- Morgana

sabato 23 febbraio 2019

{Anteprima} "Io sono una bambina ribelle" di Elena Favilli e Francesca Cavallo

Buongiorno Folletti, ogni tanto ritorno a voi con qualche post.. sto cercando di organizzare il mio poco tempo libero destreggiandomi tra mille e più cose, ma ce la farò.. promesso!

Bando alle ciance, oggi vi voglio segnalare Io sono una bambina ribelle, in uscita a fine mese, di Elena Favilli e Francesca Cavallo. Si tratta essenzialmente di un quaderno/diario in cui tutte le bambine/ragazzine potranno annotare le loro avventure e rivoluzioni.


Titolo: Io sono una bambina ribelle
Autore: Elena Favilli e Francesca Cavallo
Casa Editrice: Mondadori
Genere: ragazzi, quaderno/diario
Pagine: 224 pp.
Data di pubblicazione: 16 febbraio 20189
Prezzo di copertina: 16,90€ ebook

Prenotalo su Amazon

Dopo il successo di Storie della buonanotte per bambine ribelli, Francesca Cavallo ed Elena Favilli propongono un libro dove raccontare i tuoi sogni, le paure, le cose di cui sei più orgogliosa.
Disegnati mentre cavalchi un unicorno o scali una montagna, o stai a testa in giù.
Progetta la tua personale rivoluzione!
Se ti è piaciuto Storie della buonanotte per bambine ribelli, non puoi lasciarti sfuggire Io sono una bambina ribelle: un libro in cui scrivere la propria storia e con cui allenare lo spirito ribelle.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...